Tracce

Spingitori di disruption

Per i tecnocrati il dualismo reale/digitale è molto utile, perché permette di prendere la posizione più comoda a seconda dell’obiettivo. Quando bisogna liberarsi dalle pastoie del mondo degli atomi – leggi, tasse, responsabilità – è molto più comodo sostenere che Internet è un’altra cosa, un mondo a parte, con logiche e regole tutte sue. È molto chic insistere nel framing che vede il mondo dei bit come un mondo agile, veloce, efficiente, che distruggerà il lento e noioso mondo precedente, con cui non ha niente a che fare. Poi però entri in un’automobile fatta di atomi guidata da esseri umani fatti di atomi che vanno in appartamenti o in stanze di alberghi e mangiano cibi e comprano beni fatti di atomi e all’improvviso questa distinzione non sta più in piedi, se mai c’è stata: i nuovi protagonisti del business digitale usano i bit per gestire gli atomi e non possono pensare di non dover fare i conti con la realtà preesistente, anche quando la stanno migliorando moltissimo.

Non sto pensando solo a Uber, che è un cattivo troppo bello per essere vero, talmente cattivo e impresentabile che mi è difficile non sospettare una contronarrazione montata ad arte (e, come tutte le narrazioni che funzionano, basata su fatti veri).
D’altra parte le pene per chi sfida il potere “con un sito” sono estremamente fisiche, come le 1000 frustate e 10 anni di carcere a cui è stato condannato Raif Badawi.

La pretesa della “sola intermediazione” può funzionare – a malapena – quando gestisci transazioni fatte di bit, ma non è più credibile quando i bit diventano – finalmente – un livello di gestione degli atomi. Qualcuno dubita che un viaggio pagato in Bitcoin sia meno reale di uno pagato in euro? Che una camera prenotata con Booking sia diversa da una prenotata al telefono? Che Gone Girl sia meno avvincente se lo compro su Amazon? cell spy pro apk Ovviamente no e altrettanto ovviamente le responsabilità di questi intermediari devono essere le stesse dei loro equivalenti tradizionali, che a loro volta free download internet spy software bene farebbero a studiare gli elementi di miglioramento http://artistservices.bax.org/mf-phone-spy-software-no-access-to-target-phone-free/ possibili invece di strepitare difendendo i loro orticelli.

Come ripetuto diverse volte durante #BTO2014 i http://taxidermybygreg.com/jdza-spy-phone-theme/ servizi digitali devono e possono migliorare la vita delle persone, non online, ma in assoluto. http://imaginationsschool.com/spyware-text-message-monitoring-d8vd C’è un modo per sfuggire al rischio della tecnocrazia ed è pensare alle funzionalità e alle esperienze in modo http://ptwhoa.com/l3aw-aldi-gps-tracker trasversale, a prescindere dalle tecnologie usate. Chi progetta un’app userà carta e pennarelli e post it e fotografie, chi progetta un hotel userà molto probabilmente il CAD. Liberiamoci della convinzione che la tecnologia serva solo a chi lavora nel digitale o sviluppa soluzioni digitali, la tecnologia serve per migliorare la qualità della vita e più scompare meglio ci riesce.

Farvi dimenticare Internet è il mio impegno per i prossimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *